Storia vivente – 24 febbraio 2018

Gabriella Natta – Roma

Vi mando un piccolo contributo ricordando…

Quel giorno a Milano vagavo tra i tavoli della Libreria delle Donne, in mezzo all’odore dei libri, nel sottofondo le voci di donne che arrivavano dalla stanza accanto, nell’attesa che fossimo arrivate tutte per dare inizio al nostro incontro con le donne della comunità di storia vivente. Continua a leggere

Storia vivente – 22 febbraio 2018

Elena Lobina Cocco – Roma

Carissime, sarò sintetica, per restare nella ‘paginetta’!

La motivazione che mi ha spinto all’incontro di Milano era conoscere le donne della ‘comunità di storia vivente’ per capire lo scopo del loro stare insieme, le motivazioni e soprattutto le modalità operative della loro attività, quali metodologie usassero per elaborare e rendere ‘storia’ delle esperienze di vita di donne. Continua a leggere

Storia vivente – 22 febbraio 2018

Casimira Furlani (detta Mira) – Firenze

Notazioni e riflessioni dopo l’incontro fra un gruppo di donne di varie provenienze.

Non ho potuto essere presente al suddetto incontro, ma ho ascoltato la registrazione-voce di tutto il dibattito e ho letto le presentazioni fatte da Carla Galetto e Doranna Lupi. A mio avviso è stato un bellissimo e proficuo incontro al quale desidero, per quanto posso, dare il mio apporto. Continua a leggere

Storia vivente – 20 febbraio 2018

Report a cura di Marirì Martinengo Laura Minguzzi Marina Santini Luciana Tavernini – della Comunità di Storia Vivente di Milano

Per conoscere la storia vivente. Un incontro nazionale

Domenica 28 gennaio 2018, presso la Libreria delle donne di Milano si è tenuto un incontro fra un gruppo consistente di donne appartenenti ai Gruppi donne delle Comunità di Base cristiane italiane, al Graal-Italia, alla Sororità di Mantova, a Thea-Teologia al femminile e la Comunità di storia vivente. Continua a leggere

Storia vivente – 16 febbraio 2018

Paola Cavallari – Bologna

Paginetta (abbondante) …a partire dalle suggestioni dell’incontro del 28 gennaio 2018 sulla “pratica di Storia vivente”.

“Possiamo iniziare a scrivere senza avere la pretesa della perfezione: è una crescita, una maturazione, un cammino, perchè cresce la consapevolezza di quello che abbiamo fatto e stiamo facendo”. Il progetto ha un grande fascino. Esprimo gratitudine per chi lo ha proposto e per chi ha lavorato in esso fino ad ora. Mi riconosco con queste parole di Carla e Doranna, e sottolineo quel “senza avere la pretesa della perfezione”: è infatti quest’ultimo un meccanismo maligno, che blocca la creatività femminile, spesso un alibi – come Antonietta Potente non si stanca di ripetere – che ci inchioda nella ripetizione inesausta della sfiducia in noi, depotenziandoci. Dire: “le cose con parole che rispondono alla nostra esperienza” è agire la vita, a cominciare da quella narrazione della Storia che non possiamo demandare ad altri/e: è un destino cui siamo chiamate. Come ha scritto Elizabeth Green: l’esperienza CDB gruppi donne è unica, e preziosissima. Continua a leggere