Pasqua davvero diversa

 

Giancarla Codrignani – Bologna

Pasqua davvero diversa, con un Papa nuovo, che viene dalla fine del mondo e ricorre ad un linguaggio inusitato e a gesti impensabili fino a un mese fa.
Mah! Ci sono cose che non capisco; per esempio il generale, ingenuo entusiasmo per un Papa nuovo, che si chiama Francesco e dice cose belle e importanti, anche perché da tanto tempo non si sentivano dire. Tuttavia la fede non è mai facile, senza le opere. Papa Francesco, tra le cose ben rilevanti che ha scritto (scripta manent) e i gesti che accompagnano le parole, sembra essersi impegnato per il riconoscimento di quelli che i laici ritengono diritti: che il fine vita non significa accanimento terapeutico, che gli omosessuali sono sempre esistiti, che il maschilismo ha impedito la visibilità delle donne nella chiesa, che anche le altre religioni vanno capite, che il fondamentalismo va compreso nel suo limite… Continua a leggere