Il metodo (e non solo)

Carla Galetto – Pinerolo

Siamo consapevoli di proporre un metodo a cui siamo poco abituate, ma siamo state colpite positivamente da come abbiamo vissuto l’incontro di Paestum dell’ottobre scorso (Primum vivere: la rivoluzione necessaria. La sfida del femminismo nel cuore della politica), dove il metodo è sicuramente stato l’elemento più caratterizzante: non un convegno, niente relazioni né iniziali né finali, non schemi gerarchici o preiscrizioni. E’ stato proposto e praticato un “pensare in presenza”, in cui ciò che ci accomunava era proprio questa pratica dell’ascolto e dello scambio in presenza, per lavorare ad una autonomia di pensiero che sola può produrre azioni efficaci: donne che ricevono la loro forza da sé e dalle altre donne. Continua a leggere