Home Esperienze di catechesi

Esperienze di catechesi

Fin dall’inizio del movimento delle Comunità Cristiane di Base, in parallelo con le lotte sul piano ecclesiale e politico degli adulti, c’è stata un’attenzione ai bambini e alle bambine che crescevano in un clima di rinnovamento dei linguaggi e delle espressioni religiose. Esempio del tutto eclatante è stato il Catechismo dell’Isolotto (Firenze), che di conservativo rispetto alla pratica tradizionale manteneva solo la parola Catechismo.

Nella Comunità di San Paolo (Roma) la parola Catechismo è stata sostituita dalla parola Laboratorio, per significare che questa esperienza non vuole essere una catechesi che dà ai bambini delle risposte definitive sulla religione, ma solo un momento in cui i grandi rispondono alle domande dei piccoli, raccontano la loro fede e danno loro gli strumenti, proprio come in un laboratorio, perché i bambini e le bambine possano fare un giorno le proprie scelte.

Centrale in tutte le comunità è stata la lettura di brani della Bibbia e dei Vangeli, basata su un approccio storico-critico ai testi, senza trascurare, in molte esperienze, di affiancare a questa lettura quella più tradizionale, che i bambini trovano sui loro libri di religione o in parrocchia, per quelli tra loro che frequentano la parrocchia, per esempio come scout, o la scuola di religione. Molti di noi hanno ritenuto e ritengono che questa lettura comparativa, dove le diverse posizioni vengono presentate, senza saltare alle conclusioni finali, sia uno stimolo prezioso per aiutare i bambini ad elaborare un loro pensiero sugli argomenti trattati. Non di rado si fanno accostamenti con altre credenze religiose, con altre culture e morali, quale quella buddista. Lo studio dei segni nelle diverse religioni si è rivelato uno strumento utile a questo fine.

Negli ultimi anni la comunità di Pinerolo (To) ha anche portato avanti un percorso più “laico” di conoscenza e riflessione, non basato esclusivamente sull’approfondimento religioso/biblico, che ha visto protagonisti due animatori e di bambini e bambine delle scuole elementari.

I fascicoli prodotti dalle varie comunità riportano questa esperienza ricca di diversità. I linguaggi utilizzati sono semplici, ma gli argomenti sono trattati senza cadere mai nelle banalizzazioni. L’interpretazione, ad esempio, delle parabole, sempre calate nel periodo storico in cui Gesù viveva, rende evidente come esse siano tutt’altro che belle favolette e spiega perché Gesù sia stato respinto dai dotti e dai potenti del suo tempo, ma anche accolto con gioia e speranza da tante persone, specialmente le più umili.

————————————————————————————————

CDB DI SAN PAOLO (Roma) – I libri del Laboratorio di Religione

CDB DELL’ISOLOTTO (Firenze)Percorso di educazione ai valori umani e religiosi

CDB VIOTTOLI (Pinerolo – To)Quaderni, fascicoli, schede