Spezziamo insieme il pane

Adriana Sbrogiò

Care amiche,

Anch’io ringrazio Doranna e le amiche di Pinerolo perché ho provato un moto di gioia e un senso di libertà di fronte all’ “accostamento della metafora eucaristica alla gestazione e alla nascita”. È emersa in maniera chiara la differenza del rendere grazie di Gesù che ha dato la vita per la salvezza dell’umanità intera, e il rendere grazie di Maria, sua madre, che accogliendolo nel suo ventre ha permesso che ciò avvenisse. Entrambi hanno messo a disposizione la loro carne ed il loro sangue per il fine ultimo: realizzare, qui in terra, l’Amore di Dio per le donne e gli uomini . Il simbolico della differenza dell’uomo e della donna che nella salvezza integra e non separa la Croce e il Magnificat.

Adriana Sbrogiò
Spinea (VE), 13Maggio 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *