PRESENTAZIONE del libro “LE DONNE E IL PRETE. L’Isolotto raccontato da lei”.

MIRA FURLANI

  • Come è nato questo libro, o meglio, come e chi mi ha dato la forza per scriverlo?

Nella Introduzione parlo del ruolo che hanno avuto due amiche di Pinerolo, Doranna e Carla, le stesse che poi hanno scritto la Prefazione. Ma la spinta più grande l’ho ricevuta dal mio legame amicale con Luisa Muraro, amicizia che fra noi due esisteva già da lungo tempo sul piano del pensiero, ma che ha preso corpo dopo la sua presenza al nostro convegno di Monteortone (Padova) avvenuto il 2-4 dicembre 2011, dal titolo In principio sono i nostri corpi. Continua a leggere