Home Gruppi e Movimenti di Base Una speranza: l’Era dell’Ecozoico

Una speranza: l’Era dell’Ecozoico

Leonardo Boff
Filosofo/Teologo

Chi ha letto il mio articolo anteriore: «L’antropocene: una nuova Era geologica» deve essere rimasto interdetto. Giustamente, dato che io voluto intenzionalmente provocare tale sentimento. Infatti, la visione del mondo imperante, meccanicistico, utilitaristico, antropocentrico e senza rispetto per la Madre Terra e per i limiti dei suoi ecosistemi, non può non aver portato a un’impasse pericolosa: farla finita con le condizioni ecologiche che ci permettono di mantenere la nostra civilizzazione e la vita umana in questo splendido pianeta.

Ma siccome tutte le cose hanno due facce, vediamo il lato promettente della crisi attuale: l’alba di una nuova Era, quella dell’Ecozoico. Questa espressione è stata suggerita da uno dei maggiori astrofisici attuali, direttore del centro per la storia dell’universo, dell’Istituto di Studi Integrali della California: Brian Swimme.

Che cosa significa l’Era del’Ecozico? Significa collocare “l’ecologico” come la realtà centrale a partire dalla quale si organizzano le rimanenti attività umane, soprattutto quella economica in modo tale che si risparmi il capitale naturale e si vada incontro alle necessità di tutta la comunità vita presente e futura. Da questo risulta un equilibrio nelle nostre relazioni con la natura e la società nel senso della sinergia e della mutua appartenenza lasciando aperto il cammino per avanzare.

Vivevamo sotto il mito del progresso. Ma questo è stato inteso in forma distorta come controllo umano sul mondo non umano per avere un PIL sempre più grande. La forma corretta è concepire il progresso in sintonia con la natura e misurato sul funzionamento integrale della comunità terrestre. Il Prodotto Interno Lordo non può essere fatto a spese del Prodotto Terreste Lordo. Qui sta il nostro peccato originale.

Abbiamo dimenticato che stiamo dentro a un processo unico e universale – la cosmogenesi – diverso, complesso e ascendente. Dalle energie primordiali siamo arrivati alla materia, dalla materia alla vita, dalla vita alla coscienza e dalla coscienza alla mondializzazione. L’essere umano è la parte cosciente intelligente di questo processo. È un evento accaduto nell’universo, nella nostra galassia, nel nostro sistema solare, nel nostro pianeta e ai nostri giorni.

La premessa centrale dell’Ecozoico è intendere l’universo come un insieme di reti di relazioni di tutti con tutti. Noi umani siamo essenzialmente esseri di intricatissime relazioni. E’ concepire la Terra come un super organismo vivo che si autoregola e che continuamente si rinnova. Data la spinta produttivistica e consumistica degli umani, questo organismo si sta ammalando e è incapace di “digerire” tutti gli elementi tossici da noi prodotti negli ultimi secoli. Per il fatto di essere un organismo, non può sopravvivere in frammenti ma nella sua integrità. La nostra sfida attuale consiste nel mantenere l’integrità e la vitalità della Terra. Il benessere della Terra è il nostro benessere.

Ma l’obiettivo immediato dell’Ecozoico non è semplicemente diminuire la devastazione in corso, ma anche modificare lo stadio di coscienza responsabile per questa devastazione. Quando nacque il Cenozoico, (la nostra Era ha 66 milioni di anni) l’essere umano non esercitò nessuna influenza su di esso. Ora nell’Ecozoico, molte cose passano attraverso le nostre decisioni: preservare una specie o un ecosistema oppure condannarli alla sparizione. Siamo noi a copilotare il processo
dell’evoluzione.

Positivamente, quello a cui tende la l’Era Ecozoica, in fin dei conti, è sintonizzare le attività umane con le altre forze operanti sull’intero pianeta e nell’universo, perché sia raggiunto un equilibrio creativo e si possa così garantire un futuro comune. Questo implica un altro modo d’immaginare, di produrre, di consumare e dare un significato alla nostro passaggio in questo mondo. Questo significato non ci proviene dall’economia ma dal sentimento del sacro di fronte al mistero dell’universo e al mistero della nostra stessa esistenza. Questo si chiama spiritualità.

Un numero sempre maggiore di persone si stanno unendo all’Era Ecozoica. Essa come si sa, è una strada piena di promesse. Ci apre una finestra sul futuro della vita e della gioia. E’ necessario fare una convocazione generale perché essa sia generalizzata in tutti gli ambiti e plasmi la nuova coscienza.

Leonardo Boff è autore di “Aver cura della terra-Proteggere la vita” , Record 2010.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.