Home Politica e Società Mosaico dei giorni – Diamo voce alla gente di Niscemi di T.Dall’Olio

Mosaico dei giorni – Diamo voce alla gente di Niscemi di T.Dall’Olio

Tonio Dell’Olio
http://www.peacelink.it/mosaico/a/36240.html

Un appello urgente a tutti coloro che hanno la possibilità di scrivere su un giornale, su un sito web, su twitter, su facebook, sul bollettino parrocchiale o nella bacheca condominiale. Per favore date voce agli abitanti di Niscemi in provincia di Caltanisetta, ovvero agli abitanti del pianeta.

Perché da quelle parti hanno cominciato a sbancare e cementificare un pezzo di collina della riserva naturale della “Sugherata” per costruire un pezzo del MUOS (Mobile User Objective System), il nuovo sistema di telecomunicazione satellitare della Marina militare Usa.

Costa un mucchio di soldi (all’incirca 6 miliardi di dollari) e costituisce il “modello” delle guerre dei prossimi tempi. Permetterà di spiare ogni angolo remoto del mondo e di far muovere i droni, gli aerei senza pilota che possono essere equipaggiati anche con armi a bassa intensità nucleare. È solo un pezzo di un progetto molto complesso che vede altre basi in Australia, in Virginia, alle Hawaii e, appunto, a Niscemi.

Gli studi del Politecnico di Torino dimostrano che l’inquinamento elettromagnetico che provocherà quell’istallazione non può essere comparato a niente di ciò che già conosciamo.

Ultimo piccolo particolare, le aziende che stanno eseguendo i lavori nella riserva naturale di Niscemi, sono in odor di mafia. Tutto sotto silenzio ma con la netta opposizione dell’amministrazione e della gente di Niscemi che attende di essere ascoltata.

________________________________________________________

Mosaico dei giorni – Ius soli nel comune di Scandicci

Tonio Dell’Olio

I bambini che sono nati in Italia, anche se figli di genitori stranieri, sono italiani. Lo chiediamo da tempo con la campagna “L’Italia sono anch’io” (www.italiasonoanchio.it).

Il comune di Scandicci (FI) si prepara a fare un gesto che, pur non avendo alcun valore giuridico rispetto all’acquisizione dei diritti di cittadinanza, racconta al Paese che c’è un’altra Italia. Il giorno della Festa della Repubblica concederà la cittadinanza onoraria ai 196 figli di stranieri dai 6 ai 18 anni che abitano nel proprio comune.

“Abbiamo scelto di fare la cerimonia di consegna nel giorno della Festa della Repubblica, proprio per il forte significato che ha per tutti noi questa giornata – ha scritto il Sindaco Simone Gheri in una lettera alle famiglie dei ragazzi, con la quale invita genitori e figli all’appuntamento del 2 giugno – i vostri figli nella nostra
Repubblica sono venuti alla luce, qui frequentano tutti i giorni la scuola, i giardini pubblici, le strade, le piazze, i luoghi e i servizi che appartengono a tutti noi.

Con il suo voto il Consiglio Comunale ha voluto dare un segno e portare il proprio contributo nel dibattito politico nazionale, con la convinzione che sia necessario approvare una nuova legge sulla cittadinanza, perché venga riconosciuta ai bambini che qui nascono e crescono” (www.comune.scandicci.fi.it).

http://www.peacelink.it/mosaico/a/36251.html

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.