Home Primo Piano Le “Scomode figlie di Eva” compiono 25 anni… e si regalano un blog

Le “Scomode figlie di Eva” compiono 25 anni… e si regalano un blog

Doranna Lupi
Gruppo Donne della CdB di Pinerolo

Le “Scomode figlie di Eva” compiono 25 anni!

Un inizio, quello del seminario tenutosi a Brescia nel 1988, condiviso con gli uomini delle cdb italiane. Un inizio ad alta intensità di cambiamento, che ha continuato ad irradiare un potenziale di senso imprevisto, orientandoci in un percorso di autonomia di pensiero e di libertà e restituendoci la capacità di mettere a fuoco con chiarezza alcuni nostri desideri vitali.

Non potevamo prevedere l’efficacia di questa esperienza, che di lì in poi ci avrebbe accompagnate ovunque e avrebbe segnato un inizio di cambiamento rilevato, in seguito, anche nei luoghi misti delle nostre comunità.

Per questo motivo durante il XX convegno delle donne delle cdb italiane, intitolato “Smontando impalcature, tessendo relazioni. In tempi di crisi dove ci portano i soffi leggeri del divino?” che si terrà il 10-12 maggio 2013 a Cattolica, tirerà aria di festa.

Nello stesso tempo si tratterà di un incontro in forma totalmente assembleare dove, attraverso la pratica dell’ascolto e dello scambio in presenza, senza relazioni iniziali né finali o preiscrizioni, si cercherà di “pensare in presenza” attorno ad una trama di interrogativi e riflessioni che già da due mesi abitano vivacemente il nostro blog .

Questo spazio, nato per l’occasione, potrebbe diventare in futuro un luogo di scambio e visibilità di una relazione tra donne, la nostra, che sostengono il loro desiderio di esserci con la loro differenza e libertà.

Non ci è dato di conoscere il genere dei clik di accesso al nostro blog, ma ci piacerebbe sapere se è frequentato anche dagli uomini delle nostre comunità o da quelli che attorno ad esse gravitano.

Ci interesserebbe sapere quanto il nostro percorso abbia contribuito a far emergere la differenza e spinto gli uomini ad interrogarsi sulla loro differenza maschile, su cosa abbia prodotto nei luoghi pubblici e privati e in che direzione stia andando il loro cambiamento.

Ancora emerge, in alcuni loro interventi, l’attribuzione alle donne di un ruolo salvifico, in un ipotetico processo di femminilizzazione della società e delle istituzioni in tempi di crisi (quasi fossimo considerate portatrici di un rinnovamento morale o di una missione civilizzatrice). E’ proprio di questi giorni la nascita di un governo di “donne e giovani”.

Molte di noi invece pensano che dipenda dal tipo di forza con la quale le donne arrivano nei luoghi del loro agire, se con la forza e la misura di relazioni femminili oppure in una posizione di dipendenza e gratitudine verso uomini che così possono sottrarsi a interrogativi su se stessi e sulla civiltà che porta la loro impronta storica.

Si tratta piuttosto di far emergere con chiarezza il non detto che sta alle fondamenta della nostra civiltà, di far emergere il conflitto di genere occultato e da lì ripartire.

L’invito quindi è di visitare il blog partecipando, se possibile, con commenti e riflessioni, anche in previsione del prossimo seminario delle cdb italiane che ci vedrà impegnati/e sul tema: “Si fa presto a dire Dio…” dal 1 al 3 novembre 2013, presso l’albergo delle Terme di CastelSanPietro (BO)

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.