Home Comunità Cristiane di Base Occulta compensatio di B.Manni

Occulta compensatio di B.Manni

Beppe Manni

Luca Montezemolo viene liquidato dalla Ferrari (perchè non vinceva più) con un premio di 27 milioni di Euro. L’ex giocatore juventino Conte è diventato il nuovo CT della nazionale italiana, verrà pagato 4 mila euro all’anno netti più i bonus (altri 2 mila) senza aver vinto ancora campionati.

Caro Luca e Antonio ma dove li andrete a spendere tutti questi milioni? Case, macchine, barche, donne e cene. Investimenti esteri? Non avrete tante vite da spenderli tutti. Balottelli (mal sopportato dal Milan) è stato venduto al Liverpool per 22 milioni di Euro. 6 milioni lo stipendio annuale.

E così il buon Floris, gente di sinistra, che è passato alla rete 7 per 150 mila Euro al mese, perchè dalla RAI ne prendeva solo la metà. Ha già…dimezzato gli ascolti.. Giocatori, attori, cantanti, idoli di giovani e di ragazze. Manager, deputati, consiglieri regionali. Ma anche dirigenti nostrani delle cosiddette cooperative. Avvocati e consulenti dai pareri milionari.

I dipendenti del parlamento sono entrati in agitazione (appoggiati dai sindacati) perché si proponeva di tagliare stipendi di 20 mila euro a mese, (il barbiere 5000). E poi pensioni e liquidazioni d’oro. Da non toccare.

Ma noi, dicono, facciamo lavori di alta qualificazione e pesante responsabilità…Non vogliamo qui parlare di mafia, evasioni, tangenti ecc. Ma di stipendi cosiddetti legali.

Fare un figlio non è un lavoro di responsabilità? Eppure le leggi attuali di lavoro non prevedono premi di produzioni o indennità, anzi spesso le donne perdono il lavoro e non hanno l’assegno di maternità.

Sembrava che dopo le denunce di Rizzo e Stella nel libro “La casta” il pudore spingesse questi superfortunati a decurtarsi autonomamente gli stipendi, per un contributo di solidarietà che creasse posti di lavoro per i giovani (come in verità è stato fatto in rarissimi casi). E questi sono chiamati presidenti, onorevoli, eccellenze, dottori.

A fronte di situazioni di povertà, di sofferenza, di disoccupazione drammatica, vengono in mente parole come irresponsabili, ladri, delinquenti, vergogna.

I politici dimostrano una connivenza smaccata, non intervengono a evitare che girino per le nostre strade simili mostri esibenti una impudica e offensiva ricchezza. Interverrà la coscienza, la disperazione o la delinquenza. Non è la prima volta nella storia.

Nei testi di morale è prevista l’ “occulta compensatio”. Cioè. Se un dipendente ritiene di non ricevere il dovuto compenso per il suo lavoro può appropriarsi (di nascosto ovviamente…) di beni del suo padrone. Oppure come dice S. Tommaso nella Summa Theologica (1250), “In extrema necessitate omnia sunt communia id est communicanda” (vedi anche Gaudium et spes 69) nell’estrema necessità i beni ritornano ad essere di tutti cioè i poveri hanno il diritto di appropriarsene. ‘Occupazione delle terre’ ed ‘esproprio proletario’ venivano chiamati da movimenti rivoluzionari…

Ville, auto di lusso, monili , barche, oggetti d’arte, ma anche supermercati e banche. Chi si appropria chi ruba, sottrae o rapina non sono ormai solo delinquenti. Sono anche i disperati che non hanno più nulla da temere.

Il contrappasso di tanta ingiusta ricchezza esibita, è il terrore nel quale vivono questi danarosi ladri fuori dalle galere.

1 comment

Bruno Antonio Prof.Bellerate giovedì, 2 Ottobre 2014 at 17:47

Congratulazioni per la lucidità e sostanza dell’intervento, da condividere, anche se sfocia, forse, in un delta utopico, mancando di alcune sottigliezze, con grande probabilità, indispensabili. Ne accenno una: non c’è, forse, una responsabilità dell’ istituzione sociale e della pigra connivenza dei cittadini?… Cordiali saluti.

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.